agenzia di informazione
della
Associazione Culturale Zivido

 

   

Il "Parco dei Giganti"

di Pierino EspostiI - 15.11.2000

A Zivido di San Giuliano Milanese, terminata l’edificazione dei quartieri residenziali "Piana dei Giganti", "Il Giardino di Milano", "Arcobaleno" ed il nuovo complesso parrocchiale, avr� una precisa delimitazione l’area destinata a verde pubblico che risulter� ben più ampia dell’esistente Parco Nord sangiulianese.
A prima vista potrebbe sembrare uno spazio come tanti altri dove, collocate alla rinfusa piante ed arbusti e qualche panchina, permettere ai cittadini, e purtroppo anche ai soliti ignoti vandali, di prendere una boccata d’aria.
La persona sensibile ed attenta per� avverte immediatamente che tale spazio � ci� che rimane del famoso campo di battaglia dove si svolsero le azioni più cruente e dove, accanto nell’antica chiesetta, riposano da cinque secoli i corpi dei contendenti che il 13 e 14 settembre 1515 si affrontarono con ferocia nello scontro passato alla storia con il nome di "Battaglia dei Giganti" o anche detta "di Marignano" per la conquista del ricco e prosperoso Ducato di Milano.
Lo scontro vide vincitore il giovane re di Francia Francesco I e sconfitti gli invincibili mercenari Svizzeri che da allora cessarono di pensare ai sogni di espansione e ripudiarono la guerra come strumento nel rapporto con gli altri dando inizio alla loro secolare neutralit�.
Se questo � il prologo, l’epilogo ne deve essere degno tant’� che l’Associazione Culturale Zivido da tempo andava elaborando un progetto denominato "Parco dei Giganti".
In sintesi: un parco storico che sia nel contempo habitat naturale lombardo e percorso culturale che abbia per tema la battaglia ed i suoi personaggi.
E’ sconfortante passeggiare in certe aree a verde pubblico, disseminate ovunque, dove le piante e gli arbusti e le panchine sembra siano piovute casualmente dal cielo, collegate da percorsi a volte irrazionali; parchi senza identit� e senza rispetto per l’habitat naturale del luogo.
Il "Parco dei Giganti" dovr� invece valorizzare quattro importanti temi: il recupero dell’antica strada campestre che collegava Zivido alla cascina Carlotta; il giardino all’italiana; l’ambientazione lombarda con vegetazione autoctona e qui diviene necessario l’apporto dell’associazione dei Vivai Pro Natura, con sede a Rocca Brivio, sia sotto l’aspetto professionale sia per quanto riguarda la fornitura delle specie arboree; un ampio spazio verde a cavea con spalti in terra dove proporre iniziative pubbliche di qualità.
Il "Parco dei Giganti" anche come parco storico perch� dovr� riproporre e ricordare l’evento locale che tanto influ� nella storia europea e questo collocando gruppi scultorei, raffiguranti i personaggi o i momenti della battaglia, in angoli particolarmente curati e scenografici. Promuovere dunque l’attenzione di artisti nazionali ed internazionali che, con il supporto finanziario di singoli enti e delle nazioni interessate al famoso evento, cimentandosi e gareggiando apportino al "Parco dei Giganti" arte europea di qualità con una ricaduta d’immagine, oltre che economica, non trascurabile per San Giuliano Milanese.
L’Associazione Culturale Zivido ha pensato pure ad un nuovo modo di gestire il parco: l'istituzione di una entit� giuridicamente definita, con capitale di dotazione proprio ed organi deliberativi, composta dal pubblico, cio� l'Amministrazione cittadina, e dal privato, cio� il singolo cittadino. In tale modo si promuoverebbe una compartecipazione attiva ed interessata creando nel contempo una nuova cultura di attenzione e rispetto.

 

 

webmaster@aczivido.net