sabato, 5 marzo 2005

 

Il problema Rocca Brivio. I° parte

Tutto ha inizio il 30 dicembre 1997 quando i comuni di San Giuliano Milanese, San Donato Milanese, Melegnano e l'Associazione Roccabrivio si uniscono ed acquistano il complesso monumentale di Rocca Brivio. Le intenzioni sembrano meritevoli, ma alla luce dei fatti l'operazione appare più politica che sostanziale. Infatti i nuovi Soci hanno posizioni ed interessi storicamente poco compatibili fra loro, manca un vero progetto, lo statuto risulta pieno di buoni propositi ma poco funzionale.
I Consigli di amministrazione succedutisi nel tempo sono stati lo specchio fedele del peccato originale e terreno di scontri che con la valorizzazione del patrimonio nulla avevano a che fare.
Gestione affannata, iniziative risultate fallimentari sul piano economico, un continuo "tiro al piccione" interno favorito dal lungo disinteresse dei tre Comuni, immagine negativa della realtà Rocca che si è insinuata sempre più fra i cittadini.
Chi ha tirato un sospiro di sollievo, quel famoso 30 dicembre, è stata l'Associazione Roccabrivio la quale ha potuto stracciare l'ordine di sfratto ricevuto in precedenza.
Oggi, a qualche buco di bilancio in più, la situazione è rimasta immutata così come è rimasto immutato il "tiro al piccione". Nel mirino c'è la Città di San Giuliano Milanese e la persona del suo Sindaco. In questo sport si distingue, nel Consiglio di Amministrazione, il Consigliere nominato da Melegnano.

 

 commenti

scrivi

webmaster@aczivido.net