sabato, 23 luglio 2005

 

Per non dimenticare

Recentemente Domenico Piraina, esponente di spicco di Forza Italia sangiulianese, si è scagliato contro il silenzio dell'Istituzione comunale riguardo gli ultimi fatti terroristici avvenuti a Londra. L'azzurro lamenta che nessun Ordine del Giorno di condanna sia emerso e soprattutto che i pacifisti locali e l'Associazione islamica sangiulianese Sabil siano rimasti nell'ombra.
Onestamente non gli si può dar torto. Sorge però il dubbio sull'efficacia che tali azioni dimostrano se non sono seguite da coerenti fatti e soprattutto scevre da condizionamenti.
E' comprensibile che l'emotività a seguito di atti terroristici beceri ed inumani portino ad Ordini del Giorno condivisi da tutti ed a fiaccolate di solidarietà. Ci sentiamo tutti, di volta in volta, newyorchesi, madrileni, londinesi. Ma poi ripiombiamo nei distinguo dimenticandoci che nel mondo ogni giorno si muore per guerre assurde dove i combattenti straccioni imbracciano armi sofisticate, alla faccia della povertà. Ci dimentichiamo che nel mondo ogni giorno vengono platealmente violati i più elementari diritti dell'uomo da parte di nazioni che fanno dello sfruttamento anche minorile una lucrosa fonte di guadagno e di potere.
Perché non stilare allora un Ordine del Giorno ripetibile come certe ricette mediche? La nostra coscienza sarebbe così tacitata.

 

 commenti

scrivi

webmaster@aczivido.net