sabato, 9 ottobre 2005

 

Il diavolo nell'acqua santa

Un bel giorno fu deciso che occorreva allargare la strada e collocarci un parcheggio a spina di pesce. Per fare ciò si concordò di abbattere la vetusta e mal messa recinzione in lastre di cemento arretrando anche di un poco il confine. Risultato: una lunga cancellata nuova fiammante, il marciapiedi più largo ed il parcheggio a spina di pesce rimasto sulla carta.
Sul lato opposto della medesima proprietà venne realizzato un comodo marciapiedi piastrellato ed alberato. Peccato che di fronte, dove si affacciano parecchie abitazioni, rimase il vecchio e stretto passaggio pedonale arricchito, solo lì, da un muro di veicoli parcheggiati.
Non ci si dimentica di chi ti fa un grosso favore, anzi, se necessario, lo si appoggia nelle sue aspirazioni. Siccome però "fidarsi è bene, non fidarsi è meglio" ecco che le aspirazioni diventano patrimonio comune.

 

 commenti

scrivi

webmaster@aczivido.net