martedì, 21 agosto 2007

 

Gemellaggi burla

Anche San Giuliano Milanese, per stare al passo delle città più evolute, ha i suoi bravi gemellaggi con altre cittadine straniere ed italiane.
Il più antico, ma non si hanno notizie certe se esista un atto ufficiale, è il gemellaggio con la cittadina pugliese di Gravina di Puglia. Questo “gemellaggio” pare sia nato dal fatto che a San Giuliano Milanese risieda una nutrita comunità di pugliesi originari proprio di Gravina.
Questa realtà potrebbe anche rappresentare un buon motivo per stringere un gemellaggio, ma non è certamente sufficiente se non corroborato da un effettivo scambio fra cittadini, fra culture ed iniziative. Infatti risulta un gemellaggio fantasma nel senso più completo del termine.
Quali siano state le alchimie, o eventuali riflessioni, a determinare la scelta della cittadina francese di Bussy Saint-Gerge, non ne sono a conoscenza. Sta di fatto che un bel giorno, con una cerimonia ufficiale, è stato stipulato solennemente il gemellaggio suggellato da una pretenziosa pergamena con tanto di firme.
In un primo tempo sembrava che le cose andassero per il verso giusto: inaugurazione a Zivido di una “piazza” dedicata a Bussy alla presenza del sindaco francese e di una scolaresca della cittadina. A seguire numerosi viaggi in Francia di alcuni assessori, uno in particolare si è distinto ma con quale risultato concreto non ci è dato di sapere.
Poi dal cilindro è scaturito il gemellaggio con una cittadina della Romania, sull’onda della costituzione a San Giuliano Milanese di una associazione di cittadini rumeni. Non ne ricordo il nome, ma so che anche in questo caso non sono mancati i soliti viaggi all’estero per “stringere amicizia”. Di questo gemellaggio non si ha più notizia e non compare in nessun cartello stradale, non esiste una piazza dedicata o, per stare sul risparmio, una via.
A Bussy Saint-George, dove hanno preso sul serio il gemellaggio con San Giuliano Milanese, da circa un anno si è costituito un apposito comitato di cittadini con il patrocinio della locale amministrazione. Lo scopo è di promuovere il rapporto con la nostra città, di conoscerne la storia, l’ambiente e soprattutto di favorire lo scambio fra cittadini. Il comitato ha in calendario iniziative e mostre per diffondere anche la lingua italiana.
In occasione della rievocazione storica “Ritornano i Giganti” del prossimo 16 settembre, una delegazione del Comitato sarà a San Giuliano Milanese ed ha espresso il desiderio che i suoi componenti fossero ospitati nelle case dei sangiulianesi.
Personalmente ho già da tempo offerto ospitalità alla responsabile del Comitato, mentre l’Amministrazione comunale ancora oggi, a pochi giorni dall’importante evento culturale, vaga smarrita nel “campo delle cento pertiche”.
Noi però, a differenza di Bussy Saint-George, abbiamo un assessore con la delega ai gemellaggi.

 

 

 commenti

scrivi

webmaster@aczivido.net