echi di stampa

Svizzeri anti-cemento: "Salviamo Marignano"

C'è la minaccia incombente del cemento sul terreno della famosa battaglia di Marignano, antico nome dell'attuale Melegnano. E il governo svizzero che considera quel cruento scontro del 1515 come una tappa fondamentale della storia patria, ha deciso di evitare l'invasione dei costruttori, comperando quanto rimane dell'antico campo di battaglia.
C'è già un preciso progetto: i quattrini necessari saranno ricavati dalla vendita di una serie di monete commemorative coniate per l'anniversario dei 700 anni della Confederazione.
La notizia è stata divulgata ieri dalla Associated Press: l'agenzia riferisce pure che la proposta è stata avanzata da sette componenti del consiglio federale su pressione di una petizione parlamentare.
Perchè gli svizzeri sono tanto sensibili al futuro della terra dell'antica Marignano? Perchè proprio qui il 13 e 14 settembre 1515 le truppe elvetiche opposte a quelle veneziane e francesi conobbero una cocente sconfitta. Al punto che da allora la Confederazione abbandonò ogni velleità di espansionismo, cominciando di fatto quella politica di neutralità.
Attualmente sul "campo" ci sono un monumento e degli ossari che ricordano i caduti. La zona oggi è a carattere agricolo, però le mire dei costruttori sono note da tempo e l'eventualità di lottizzazioni che snaturino l'ambiente è più che reale. Da qui la proposta, che non è una semplice intenzione, del governo svizzero.

("Corriere della Sera", 23.02.1989)

 
 
 
 
home


sito di proprietà della Associazione Culturale Zivido
webmaster@aczivido.net