echi di stampa

All'interno anche la nuova chiesa della frazione e l'arena per la rievocazione della Battaglia dei Giganti
Un maxi polmone verde per Zivido
Pronto il progetto di un'oasi grande 170mila metri quadrati

Nuovo respiro per il quartiere di Zivido con un polmone verde da 170mila metri quadrati. Un tappeto naturale che ospiterà anche la nuova chiesa della frazione e l'arena dove già nel settembre prossimo verrà allestita la rievocazione storica della Battaglia dei Giganti. Mentre la parte restante rimarrà rigorosamente verde. Il progetto per la distribuzione dell'ampio spazio, il doppio rispetto al Parco Nord, è stato illustrato durante il consiglio comunale di mercoledì scorso dall'assessore all'urbanistica Cristian Stefanoni.
"L'arena sorgerà su un'area di 50mila metri quadrati, dove c'è già una depressione naturale del terreno, su cui verranno realizzate delle gradinate con inserimenti orrizzontali di lastroni di salice - ha spiegato l'assessore -. E' previsto unoltre un gazebo di forma molto semplice in cui sarà realizzato un punto di ristoro". La struttura verrà inoltre dotata di una serie di parcheggi, che andranno a servire anche la nuova area residenziale posta ai confini dell'appezzamento. Un accenno è andato poi al progetto della Chiesa, che è peraltro ancora bloccato in un complesso iter di autorizzazioni. "L'edificio, rivestito di mattoni e ricoperto di legno lamellare all'interno, richiama la cascina lombarda - prosegue l'assessore -. Sui fianchi sono previsti dei finestroni rotondi, con un diametro di 1 metro. Saranno inoltre annessi degli spazi da utilizzare per oratorio e attività parrocchiali. Mentre il campanile si troverà sul fronte d'entrata". La struttura sorgerà su una porzione di circa 20 mila metri quadrati, in mano alla Curia. Mentre il resto dell'appezzamento è costituito da un puzle di una serie di lotti già acquisiti o in via di acquisizione dal comune. E se le linee essenziali sono state in linea di massima definite, il progetto per la zona destinata a parco verrà pensato in una forma partecipata, che vedrà la collaborazione dell'Associazione Zivido, e anche delle scuole. Ai bambini verrà infatti distribuito il materiale necessario per cominciare ad ideare spazi a dimensione anche dei più piccoli. Mentre il sodalizio della frazione storica, ha già illustrato all'amministrazione un'iniziativa che prevede la realizzazione di un'area tematica, con un percorso che correrebbe sul filo della storia, con una serie di costanti richiami alla Battaglia di Marignano. A coordinare il lavoro sarà l'assessorato alla cultura, che riunirà le idee provenienti dalla cittadinanza. E se non si parla ancora di date precise per la definizione di tutto il lavoro, nei prossimi mesi inizierà a prendere forma l'arena. A supervisionare lo scenario sarà in ogni caso il Parco Sud, che già chiese la revisione di un primo progetto, con il fermo intento di tutelare al massimo i corsi d'acqua, mantenendo comunque vivo l'obiettivo di creare un paesaggio di ssenze autoctone. Mentre tra le iniziative che prenderanno forma, vi sarà anche la realizzazione di una pista ciclabile: un circuito di natura, che oltre a costituire una rete di attraversamenti interni al Parco, potrebbe anche diramarsi in un percorso storico che farebbe tappa a Rocca Brivio per proseguire fino alla cascina Capuccina di Melegnano. Un tragitto già peraltro esistente, che verrà attrezzato per consentire pedalate nel verde lungo un circuito di tradizione. Il sindaco marco Toni ha infine portato l'attenzione anche sugli ingenti costi di manutenzione per cui verranno pensate forme di gestione per razionalizzare al massimo le spese.

(di Giulia Cerboni, "Il Cittadino", 07.02.2003)

 
 
 
home


sito di proprietà della Associazione Culturale Zivido
webmaster@aczivido.net