echi di stampa

L'Associazione Culturale Zivido lancia una proposta
Un "Parco dei Giganti" nel luogo della storica battaglia
Giardino all'italiana e sculture immerse nel verde delle piante autoctone lombarde

Punta all'area destinata a verde all'interno dello spazio che resterà delimitato una volta completati i quartieri residenziali "Piana dei Giganti", "Il Giardino di Milano" e "Arcobaleno", nonchè il nuovo complesso parrocchiale, l'Associazione Culturale Zivido, per lanciare la sua proposta di un parco.
Il "Parco dei Giganti" verrebbe ad occupare, secondo i propositi dell'associazione che ha, di fatto, inventato la manifestazione "Ritornano i Giganti" che tutti gli anni rievoca la battaglia che oppose le truppe francesi a quelle assoldate dal ducato di Milano nel 1515, un'area maggiore di quella che attualmente ospita il Parco Nord di San Giuliano Milanese.
La proposta di istituzione di un nuovo parco non è certo originale, ma quella di dedicarlo ad un evento storico certamente lo è. Lo spazio è, infatti, ciò che rimane di quel famoso campo di battaglia, e la proposta è di quella di una sua sistemazione ad habitat naturale lombardo e percorso culturale che abbia per tema la battaglia e i suoi personaggi.
"Il Parco dei Giganti -ci dice Pierino Esposti, presidente dell'Associazione Zivido - non dovrà ricopiare quei percorsi irrazionale che caratterizzano molti parchi totatlmente privi d'identità, ma verrà incentrato sul recupero dell'antica strada campestre che collegava Zivido alla cascina Carlotta, su un giardino all'italiana, in un ambiente di vegetazione autoctona lombarda e su un ampio spazio verde a cavea con spalti in terra dove proporre iniziative pubbliche di qualità".
In uno scenario d'altri tempio, nel quale l'apporto dei Vivai ProNatura che ha sede a Rocca Brivio è di fondamentale importanza sia per la fornitura degli arbusti sia per l'apporto professionale nella composizione del giardino, il parco dovrà ripercorrere, secondo la proposta, il ricordo dell'evento storico attraverso la collocazione di gruppi scultorei raffiguranti i personaggi o i momenti della battaglia in angoli particolarmente curati e scenografici". Un'operazione culturale che si propone di raccogliere consensi non solo a livello nazionale, ma anche internazionale, soprattutto ad opera di quelle nazioni che partecipando alla Battaglia di Marignano cambiarono le sorti dell'Europa.
"Un'operazione culturale non priva - sottolinea Esposti - di un ritorno d'immagine, oltre che economica, non trasscurabile per San Giuliano Milanese". Non si sottovaluta, infatti, anche il ritorno che una simile operazione potrebbe avere dal punto di vista turistico.
Al momento non vi sono ancora stati contatti con le autorità, assicurano all'Associazione Culturale Zivido, ma su questa proposta c'è già un ampio confronto tra le v arie componenti politiche e sociali della città che vedono di buon occhio la sua eventuale realizzazione. Presto San Giuliano potrebbe quindi avere un parco storico, il "Parco dei Giganti".

(di Giuseppe Torregrossa, "L'Eco, giornale del sud Milano", 30.01.2001)

 
 
 
home


sito di proprietà della Associazione Culturale Zivido
webmaster@aczivido.net