la nostra voce, quella della stampa nazionale
ed internazionale

le nostre origini
le iniziative
il Borgo dei Giganti
sala stampa
scrivici

o

o

 

Rassegna Stampa Nazionale


02.02.2005 - di Giulia Cerboni

L'associazione Zivido: «A settembre sarà finalmente pronta la nuova area per la rievocazione storica»
I Giganti si daranno battaglia in un'arena romana

Sarà l'arena a segnare il debutto del Parco dei Giganti di Zivido. A distanza di un anno dalla presentazione ufficiale del progetto per l'area di 170 mila quadrati della frazione storica locale, a San Giuliano si rincomincia infatti a parlare dell'ambiziosa iniziativa. Del resto se il parco per il momento esiste solo sulla carta, i Giganti hanno ispirato un lavoro che ha già portato ad ottimi risultati. Il neo architetto Daniela Borroni, che ha fatto di questa iniziativa la sua tesi di laurea, settimana scorsa ha infatti concluso con 110 e lode il master di specializzazione presso la facoltà di architettura dell'Università degli Studi di Firenze. E nel verbale della commissione d'esame i docenti evidenziano: «Il progetto presentato interpreta in modo esemplare il rapporto tra i cenni storici del sito e gli elementi innovativi propri di un parco metropolitano. Degno di pubblicazione». Le radure tematiche, il piccolo teatro nel bosco, la valorizzazione dei percorsi d'acqua e gli altri ingredienti di un mosaico in cui storia e natura si combinano perfettamente per diventare palcoscenico per lo svago e il tempo libero, sono confluiti cos� in un innovativo lavoro che attende solo di acquistare forme concrete. Ma sembra che anche per la tempistica si intravedano prospettive che puntano innanzitutto l'attenzione sull'arena. «Auspichiamo - spiega il presidente dell'associazione Zivido, Pierino Esposti - che per settembre l'arena sia pronta ad ospitare la rievocazione storica che si terrà in occasione dei 490 anni dalla battaglia. Del resto i soldi, derivanti dagli oneri di urbanizzazione degli operatori privati che hanno costruito sulla zona, ci sono. E il progetto anche. A questo punto quindi ho rinnovato la richiesta al comune di conferire l'incarico per la progettazione esecutiva all'architetto Daniela Borroni, in modo tale da far procedere un percorso coltivato da anni. Del resto l'iniziativa ha finalmente tutte le carte in regola per andare in porto. San Giuliano ha infatti ha disposizione uno strumento di grande rilevanza storico-ambientale che la pone fra le realt� più sensibili e qualificate oltre che capace di superare le emergenze». Primo atteso step sarà quindi il “teatro” all'aperto che sorger� su una cava naturale dove sono già stati effettuati interventi di consolidamento del terreno. L'arena occuper� infatti una porzione di circa 16 mila metri quadrati dove verr� realizzata una struttura a gradoni ricoperti di sedili in legno, che potrà ospitare eventi di richiamo per la citt�.

o

webmaster@aczivido.net