la nostra voce, quella della stampa nazionale
ed internazionale

le nostre origini
le iniziative
il Borgo dei Giganti
sala stampa
scrivici

o

o

 

Rassegna Stampa Nazionale


05.04.2006 - di Giulia Cerboni

Lunedì 10 aprile la visita del piccolo “esercito pontificio”
Mezzo secolo di guardie svizzere, ricordando la Battaglia dei giganti

La città di San Giuliano si prepara ad accogliere una delegazione elvetica in alta uniforme che passerà nel Sudmilano nella marcia diretta a Roma in occasione dei 500 anni dalla costituzione del corpo di Guardie pontificie svizzere. In particolare, la manifestazione organizzata per il 10 aprile farà tappa nella frazione storica di Zivido, dove nel 1515 svizzeri e francesi si fronteggeranno nel cruento scontro passato alla storia come la Battaglia dei giganti. L'arrivo degli ospiti d'eccezione, che per l'occasione saranno accompagnati da una rappresentanza del Corpo forestale dello Stato, è previsto per le 14: si terrà una suggestiva sfilata lungo via Corridoni fino alla chiesetta parrocchiale, quindi il corteo si fermerà davanti al monumento dei caduti svizzeri realizzato dallo scultore Joseph Bisa, per depositare le corone in ricordo dei caduti della Battaglia dei giganti. Alla presenza del console generale di Svizzera a Milano, David Vogelsanger, e del presidente della Fondazione elvetica “Pro Marignano”, Roland Haudenschild, verrà scoperta la targa che ricorderà questa tappa a San Giuliano. A seguire è prevista una breve cerimonia religiosa, seguita dalle note degli inni nazionali italiano, svizzero e della Città del Vaticano. Il gruppo prima di dirigersi verso Melegnano, si recherà a Rocca Brivio, dove il duca di Milano Massimiliano Sforza e sua cugina Isabella d'Aragona, assieme alla corte ducale, daranno il benvenuto agli ospiti. Nella cornice della Rocca saranno presenti anche i sindaci Marco Toni di San Giuliano ed Ercolino Dolcini di Melegnano, oltre al colonnello del comitato marcia Eugenio Rüegger. Le guardie in costume per l'occasione si muoveranno su mezzi di trasporto a motore, in quanto il 10 aprile corrisponde ad una giornata di riposo della marcia lungo il tragitto che copre il tratto che divide Bellinzona da Roma. La fermata a San Giuliano è stata pianificata nei minimi particolari, con una manifestazione divisa in due momenti che toccherà i luoghi più rappresentativi del territorio. In cabina di regia l'associazione Culturale Zivido, che ha lavorato in collaborazione con l'amministrazione comunale. «Abbiamo pianificato nei minimi particolari ogni aspetto dell'evento, che vedrà anche la presenza di due bambini in costume - spiega il presidente Pierino Esposti -. Auspichiamo che anche questa manifestazione, seppur in una giornata lavorativa, possa avere grande richiamo nella città di San Giuliano, in quanto il passaggio delle Guardie pontificie svizzere rappresenta un'occasione di grande richiamo, carica di significato per il nostro territorio. Come associazione abbiamo cercato di coinvolgere commercianti e operatori della zona, puntando ad un'ampia partecipazione»

o

webmaster@aczivido.net