la nostra voce, quella della stampa nazionale
ed internazionale

le nostre origini
le iniziative
il Borgo dei Giganti
sala stampa
scrivici

o

o

 

Rassegna Stampa Nazionale


05.08.2004 - di Giulia Cerboni

È la novità della prossima edizione della rievocazione storica, in programma a partire dal 12 settembre
Un rogo delle streghe per la battaglia dei Giganti

Questa volta verrà bruciata una strega, mentre la nuova targa storica storico-turistica sarà posta in prossimità dell'antica chiesa di Zivido, e al posto degli sbandieratori scenderanno in campo gli artisti di strada. Sono alcune delle novità che coloreranno l'ormai tradizionale appuntamento con la rievocazione storica della battaglia di Marignano, che prenderà il via il 12 settembre con la fiera cinquecentesca di Sesto Ulteriano. E proprio in quell'occasione verrà simulato un rogo per la strega. Sarà la novità dell'evento organizzato da alcuni anni lungo la strada centrale della frazione dove attraverso un mercato dell'epoca vengono ripercorsi momenti di vita del popolo. «Anche quest'anno - racconta Pierino Esposti, promotore della rassegna di eventi in collaborazione con l'amministrazione comunale - è stato mostrato grande entusiasmo da parte dei residenti e della parrocchia, che si sono attivati per arricchire ulteriormente un momento che ha sempre sortito grande partecipazione». L'abituale conferenza culturale si terrà in sala Previato sul tema dei personaggi della battaglia. E per la quarta volta verrà lasciata sul territorio una targa che ricorderà ai sangiulianesi la loro storia: il testo che rimarrà sotto gli occhi dei passanti, in questo caso lo hanno elaborato gli alunni delle scuole di San Giuliano. E nella nuova edizione la serata del sabato che precederà il giorno della battaglia, presso l'oratorio di Zivido è prevista la rappresentazione teatrale del “Sogno di un re”, incentrata sul personaggio di Francesco I che si prepara al grande scontro, in una notte in cui si immagina alcuni momenti sul campo. Numerosi altri suggestivi eventi si concentreranno poi nella domenica conclusiva, in cui un tratto di San Giuliano a distanza di quasi 500 anni sarà teatro di una serie di scene che riporteranno la memoria alla cruente battaglia tra svizzeri e francesi. Una nuova carrellata di iniziative che segue l'appuntamento che si è tenuto in giugno durante la festa di Borgolombardo, in cui la frazione si è tramutata per un giorno in una sfarzosa corte ducale. «Noi insistiamo - conclude infatti Esposti - a coinvolgere sempre più aree del nostro territorio, ampliando anche la partecipazione della cittadinanza, di negozianti e altre realtà che vorranno entrare a far parte di questo evento». In base alle prime anticipazioni, anche questa volta quindi gli ingredienti per ripercorrere le orme dei Giganti sembrano essere al completo.

o

webmaster@aczivido.net