07.03.2007 - di Giulia Cerboni

Parco dei Giganti, prende quota il progetto della frazione di Zivido

Si aprono spiragli positivi per concretizzare il sogno di un parco tematico tra il nucleo di complessi edilizi della storica frazione. Proprio al fine di rilanciare questa opportunità accarezzata da anni, il presidente dell’associazione culturale Zivido, Pierino Esposti, nei giorni scorsi ha incontrato il primo cittadino Marco Toni, a cui ha sollecitato l’avvio dell’atteso da iter. «Il sindaco - spiega Esposti, promotore dell’idea -, mi ha annunciato l’intenzione di procedere quanto prima all’acquisizione del progetto realizzato dall’architetto Daniela Borroni. Dopodiché il lavoro verrà suddiviso in lotti. Un’opera che in base alle prospettive non si concretizzerà in un parco qualsiasi, bensì si tratta di un’iniziativa curata nei particolari, che ha tutte le carte in regola per tradursi in un’importante opportunità di valorizzare una zona ricca di riferimenti storici. Del resto nei mesi scorsi mi hanno contattato alcuni cittadini particolarmente interessati da questa iniziativa». Viene così riportato in primo piano l’ambizioso mosaico in cui dovrebbero confluire elementi legati alla storia, insieme ad un punto ristoro, un piccolo museo, in un circuito nel verde, tra le piantumazioni autoctone e un corso d’acqua.Questi gli ingredienti principali contenuti nel disegno da tempo a disposizione sul sito Internet del sodalizio locale all’indirizzo www.aczivido.net, con tanto di illustrazione e riferimenti. Proprio rispetto a questa ipotesi che ha collezionato ampi consensi tra la cittadinanza, l’associazione questa volta sembra così aver collezionato certezze. Nei prossimi mesi dovrebbe così prendere quota un lavoro che partirà dall’atto formale del comune di acquisire il progetto e farlo quindi proprio, con un piano di investimenti da concentrare nell’ampio appezzamento. L’idea è stata infatti messa in campo alcuni anni fa, in una fase in cui iniziava a profilarsi l’occasione di un ampio puzzle di terreni passati al comune dalle imprese costruttrici che hanno realizzato comparti residenziali nel tratto di Zivido. La frazione che a fronte di consistenti interventi edilizi è man mano cresciuta in termini di residenti, potrà così iniziare a vedere i primi accenni di un’opera. Un armonico quadro le cui linee di sviluppo sono state pensate ad un architetto al Parco dei Giganti ha dedicato la sua tesi di laurea.

 

webmaster@aczivido.net