la nostra voce, quella della stampa nazionale
ed internazionale

le nostre origini
le iniziative
il Borgo dei Giganti
sala stampa
scrivici

o

o

 

Rassegna Stampa Nazionale


10.06.2005 - di Giulia Cerboni

Finalmente scatta il conto alla rovescia per la nuova arena del Parco dei Giganti

È scattato il conto alla rovescia per il completamento della nuova arena della frazione di Zivido che in settembre verrà inaugurata con la rievocazione storica della Battaglia dei Giganti.
Nei giorni in cui la frazione locale che nel 1515 fu teatro del violento scontro tra svizzeri e francesi sono infatti in scaletta una serie di eventi e di ospiti di eccezione, tra cui i rappresentanti di delegazioni svizzere e francesi. Inoltre il giovane sangiulianese Emilio Magro è già all'opera per la realizzazione di edifici in miniatura, in un circuito che racconterà il territorio del '500. Una mini San Giuliano cinquecentesca che debutterà proprio nella nuova arena che è sorta su una cava naturale. Un tratto attualmente delimitato dalle cesate di cantiere, che sta prendendo forma quale primo tassello del Parco dei Giganti che in base alle previsioni si estenderà su un appezzamento di circa 175 mila metri quadri. Il teatro all'aperto, realizzato con gradoni ricoperti da sedili, potrà peraltro ospitare anche altri eventi all'aperto. Questo almeno l'obiettivo con cui anni fa prese forma un progetto sulla carta che si sta concretizzando. E dopo tanta attesa sembra che questa volta i tempi coincidano e che per il nuovo appuntamento con i Giganti sia tutto pronto per uno spettacolo che vedrà il pubblico contornare il palcoscenico situato al centro.Con queste prospettive è stata ormai definita la programmazione di eventi che verrà resa nota ufficialmente nei giorni che precederanno le rappresentazioni. Ma a seguire, sono previsti altri passi che dovrebbero iniziare a disegnare il Parco dei Giganti da 175 mila metri quadrati in programma da anni.C'è già un progetto realizzato dall'architetto Daniela Borroni, a cui il comune sembra che affiderà incarico per il progetto esecutivo, che verrà concretizzato a tappe. Intorno all'arena si dovrebbe quindi snodare un percorso carico di natura e di storia, con elementi che prevedono anche un piccolo museo. Il puzzle di terreni acquisiti del comune si dovrà quindi trasformare in un polmone verde dove la cultura sarà a portata di mano per tutti i cittadini desiderosi di ritrovare la storia della città in una cornice di verde.

o

webmaster@aczivido.net