la nostra voce, quella della stampa nazionale
ed internazionale

le nostre origini
le iniziative
il Borgo dei Giganti
sala stampa
scrivici

o

o

 

Rassegna Stampa Nazionale


10.08.2000 - di Marco Ostoni

L'Associazione Zivido contro la scelta del municipio di gestire in proprio la rievocazione
"Ci hanno scippato i Giganti"
"Il comune ci ha rubato un'iniziativa non sua"

"E' un furto". Non usa mezzi termini Pierino Esposti, presidente dell'Associazione Culturale Zivido, nel commentare l'annuncio fatto qualche giorno fa dall'assessore alla cultura Giovanna Bugada, che ha comunicato la decisione dell'amministrazione di organizzare in prima persona, sia pure con il coinvolgimento delle associazioni locali, la rievocazione in costume della Battaglia dei Giganti, storica iniziativa promossa dal sodalizio culturale della frazione ormai da 9 anni.
Cos� scrive Esposti in un comunicato molto duro diramato ieri pomeriggio: "La felice congiunzione del decennale con l'anno 2000, ultimo del secolo, poteva essere l'occasione per la rievocazione storica di presentarsi con un programma ancor più ricco di novità. Ideata, promossa, organizzata e sviluppata dall'Associazione Culturale Zivido nel 1991, questa iniziativa aveva incominciato a dare ai cittadini sangiulianesi un motivo per sentirsi comunit� attiva riscoprendo una radice storica comune, anche se acquisita. Parecchie centinaia sono stati i giovani che hanno partecipato, innumerevoli le personalit� e le autorit� straniere presenti, il patrocinio della regione e della provincia, la costante presenza di troupes televisive francesi e svizzere, di giornalisti italiani e stranieri. Ma il diavolo ha voluto metterci lo zampino, materializzandosi nei panni dell'assessore alla cultura di San Giuliano, che ha scippato brutalmente un'iniziativa non sua".
Al delegato del sindaco Marco Toni il presidente dell'associazione attribuisce una lunga serie di presunte scorrettezze, che sarebbero iniziate già alcuni mesi fa: "L'assessore – continua Esposti – non solo ha ignorato quanto scritto ed evidenziato dall'associazione nella relazione accompagnatoria dell'edizione dello scorso anno della rievocazione; non solo ha dapprima accolto e poi, all'ultimo istante, disdetto senza indicare una data successiva l'appuntamento richiesto dall'associazione per iniziare il confronto ed il lavoro per l'edizione 2000, ma ha instaurato una campagna denigratoria nei confronti dell'associazione stessa e del suo presidente".
Il capofila del sodalizio lamenta inoltre le difficolt� incontrate nel tentativo di ricucire i precedenti strappi con l'assessore Bugada, invitandola addirittura a dimettersi: "Se fossimo noi nei panni dell'inquilino seduto nell'ufficio cultura – chiude Esposti – per aver cos� platealmente tradito la fiducia riposta dai cittadini (anche se pochi e riuniti in associazione), rimetteremmo immediatamente il mandato ricevuto insieme a colui che � il titolare effettivo, perch� non poteva non sapere".

o

webmaster@aczivido.net