12.12.2006 - di Giulia Cerboni

Il centro si prepara ad essere invaso da centinaia di fiori

Sono già scattati i preparativi per portare a San Giuliano florovivaisti di tutta Italia che con la loro fantasia dovranno comporre un fiorito mosaico che correrà sul filo conduttore della storia. Nonostante lo scivolone della prima edizione, in cui l’evento “Gigantiflora” (promosso dall’associazione Zivido) non è andato a buon fine per problemi organizzativi con la Rocca dove era previsto l’evento, il sodalizio locale non si è dato per vinto e in questi mesi ha riacceso i motori dell’organizzazione. L’evento si terrà quindi dal 28 aprile al primo maggio presso il Parco della quercia. «Questa volta - commenta il presidente dell’associazione Zivido, Pierino Esposti - abbiamo deciso di scegliere un tratto centrale di San Giuliano, raggiungibile anche a piedi, e in ogni caso corredato di parcheggio e di bar a disposizione dei visitatori». La programmazione ha preso il via, con la selezione del logo e una serie di scelte che accompagneranno l’avventura ispirata ai giardini rinascimentali, rivisti in chiave moderna, con angoli di verde attrezzato dove la capacità artistica degli esperti contribuirà a creare un’originale galleria di colori. Insomma, questa volta “Gigantiflora” sembra avere le carte in regola per un pieno decollo, senza più imprevisti. «Per l’occasione - prosegue Eposti - è prevista anche la presenza di costumanti, in particolare del duca di Milano Massimiliano Sforza e di Isabella d’Aragona, i quali daranno il benvenuto ai visitatori. Nei prossimi mesi saranno quindi contattati i florivivaisti, a cui verrà illustrata nel dettaglio questa vetrina che si apre sul territorio, dove tra gli ingredienti principali svetterà la storia, abbinata alla creatività e alla capacità degli addetti ai lavori di portare un’originale ventata di primavera a San Giuliano. Le tappe legate alla rievocazione della battaglia dei Giganti si amplieranno così con l’inserimento di due giornate completamente diverse rispetto alla consueta programmazione. E questa volta il clima storico, dopo aver coinvolto le frazioni di Zivido, Sesto Ulteriano e Borgolombardo, raggiungerà anche l’area centrale di San Giuliano. Nel contempo, coloro che volessero ulteriori novità, potranno collegarsi al sito dell’associazione all’indirizzo www.aczivido.it, dove verranno man mano segnalati gli aggiornamenti dei progetti in corso.

 

webmaster@aczivido.net