la nostra voce, quella della stampa nazionale
ed internazionale

le nostre origini
le iniziative
il Borgo dei Giganti
sala stampa
scrivici

o

o

 

Rassegna Stampa Nazionale


20.04.2005 - di Giulia Cerboni

A giugno si concluderanno i lavori per il parco tematico
I Giganti torneranno a battersi nella nuova arena a cielo aperto

Il Parco dei Giganti è decollato con un segnale concreto. Delimitata l'area dalle cesate del cantiere, dove sono in circolazione ruspe e macchinari al lavoro, l'arena di circa 40 mila quadrati si appresta infatti a diventare realtà. Nel mese di giugno le opere dovrebbero infatti concludersi. E in settembre il tratto locale inserito nell'appezzamento di 175 mila quadrati che ospiterà il parco tematico, sarà pronto per ospitare la rievocazione storica della Battaglia dei Giganti. Un evento che taglierà il nastro al teatro naturale pensato per diventare un palcoscenico anche per altre manifestazioni all'aperto.«Con questa fase - spiega il presidente dell'associazione culturale Zivido, Pierino Esposti - inizia a concretizzarsi un piano a cui lavoriamo da anni. Il prossimo passaggio prevede il conferimento dell'incarico all'architetto Daniela Borroni per la stesura del progetto esecutivo. Poi è prevista una massiccia fase di piantumazioni per la creazione di un'area boscosa, con piante autoctone».Si tratta infatti del primo step di un disegno vasto, che oltre ad una serie di riferimenti storici dedicati alla Battaglia di Marignano, in cui svizzeri e francesi si fronteggiarono proprio in quella piana di Zivido, prevede anche la valorizzazione di elementi naturali come l'acqua, accanto a un percorso culturale per rendere l'area fruibile al massimo, come ad esempio un punto di ristoro, piuttosto che una recinzione che garantisca un parco protetto dai vandali nelle ore notturne. Tutti aspetti che il sodalizio affronterà nei prossimi incontri con l'amministrazione comunale. Ma intanto è già scattata la stesura di un calendario per il grande appuntamento che si terrà in settembre, con un' anticipazione a Borgolombardo nell'ultimo fine settimana di giugno.«Quest'anno - spiega Esposti - sarà un evento particolare. Presenteremo una rievocazione storica che fungerà anche da taglio del nastro per l'arena. Mentre a Borgolombardo, che si trasformerà in una corte rinascimentale, è prevista la ricostruzione di un matrimonio dell'epoca e la dama vivente realizzata dagli alunni della zona».Si alza così l'attenzione sulla fetta di San Giuliano, dislocata in un'area verde situata in linea d'aria tra i due complessi residenziali della Piana dei Giganti e i Giardini di Milano, dove sono iniziate le opere di sbancamento del terreno, per dare corso a un'iniziativa che intende sfruttare un'antica ansa con una depressione naturale. Mentre i gradoni saranno in terra battuta delimitati da travetti in legno. Un primo tassello intorno al quale verrà realizzato un enorme polmone verde che darà ampio respiro all'antica frazione locale.

o

webmaster@aczivido.net