la nostra voce, quella della stampa nazionale
ed internazionale

le nostre origini
le iniziative
il Borgo dei Giganti
sala stampa
scrivici

o

o

 

Rassegna Stampa Nazionale


24.05.2006 - di Giulia Cerboni

Spaccio, smog e isolamento Zivido chiede più attenzione

«Traffico insostenibile, nessuna offerta di svago, problemi legati alla sicurezza». È lunga la lista delle proteste che arrivano da un gruppo di residenti della frazione di Zivido, pronti a scendere in campo per portare le proprie istanze al palazzo. È l'occasione infatti per rilanciare l'associazione Promozivido, nata un paio di anni fa con lo scopo di dar voce alla cittadinanza, svolgendo un ruolo propositivo, con l'impegno di portare sulle scrivanie dei vertici del palazzo le situazioni critiche. L'appuntamento per tutti i residenti, invitati alla prima assemblea pubblica del sodalizio, è fissato per venerdì alle 21 presso il salone dell'oratorio della parrocchia. «Zivido manca di punti di riferimento per i cittadini - fa notare il presidente dell'Associazione Culturale Zivido, Pierino Esposti, in vista della nuova riunione in programma -. Una situazione aggravata anche dall'impianto urbanistico dove sono presenti complessi residenziali fra loro isolati, nonché una sempre più urgente problematica legata alla sicurezza, un traffico all'interno della frazione ormai insostenibile e nessuna offerta di svago sia per le giovani coppie sia per i giovani del luogo. Questi ultimi, poi, costretti a trovarsi sui marciapiedi diventano facile preda degli spacciatori». E nella presentazione dell'evento, vengono inoltre rimarcate le difficoltà legate «a spazi pubblici trascurati, oltreché la mancanza di strutture comunitarie dove poter svolgere l'attività». Un ciclone di problemi, che saranno posti sul tappeto di questa prima occasione di confronto tra gli stessi abitanti, invitati a prendere parte a un percorso teso a migliorare il tratto storico, dove negli ultimi anni sono sorti importanti complessi residenziali. Accanto ad area industriale e strade ad ampio scorrimento si trovano palazzi da cui si leva l'esigenza di vivibilità. La gente in sostanza chiede infatti progetti e iniziative tese a dare ai quartieri costellati di case una serie di elementi per migliorare il contesto dove ogni giorno si muove una fetta di cittadinanza. Questi gli obiettivi con cui prese il via Promozivido che, dopo una serie di pause, sembra pronta a riaccendere i motori, partendo da una riunione pubblica, in cui ciascuno potrà dire la sua sulla frazione, con suggerimenti che dovrebbero poi essere portati avanti dai referenti del sodalizio.

o

webmaster@aczivido.net