26.01.2007 - di Giulia Cerboni

Nel verde di Gigantiflora il ritorno al Rinascimento

Sarà l'esplosione fiorita di richiami ai giardini all'italiana del Rinascimento ad inaugurare “Gigantiflora”, la nuova tappa della Battaglia dei Giganti, che prenderà il via con una manifestazione in programma per il 28 aprile a partire dalle 10.30 nel parco della Quercia. Dopo l'ampliamento della consueta rievocazione ad alcune frazioni della città, il tocco di storia raggiungerà così anche l'area centrale di San Giuliano. Promotore dell'evento il presidente dell'associazione Zivido Pierino Esposti, il quale ha deciso di puntare l'obiettivo sugli estetici parchi rinascimentali, invitando florovivaisti che proporranno le proprie composizioni in un clima in cui non mancheranno costumanti ed altri elementi legati alla storia. Nella giornata del taglio del nastro saranno presenti i costumanti, che entreranno nei panni del duca di Milano Massimiliano Sforza e della cugina Isabella D'Aragona. Nel corso della manifestazione che rimarrà a disposizione dei visitatori fino al primo maggio, l'atmosfera sarà rallegrata da dame e cavalieri. Potrebbe essere l'inizio di una nuova tradizione per il territorio. In realtà l'iniziativa doveva già andare in porto l'anno scorso a Rocca Brivio, poi per una serie di vicende organizzative legate alla Rocca l'evento non si è tenuto. In questo caso è già scattata l'organizzazione per regalare ai sangiulianesi un'originale occasione per immergersi in un contesto verde arricchito dall'esposizione di creative composizioni. Un percorso unico nel suo genere, in cui la mostra si trasformerà anche in occasione per un tuffo nel passato, con i personaggio protagonisti dell'epoca in cui svizzeri e francesi si fronteggiarono in un cruente combattimento nella piana di Zivido. E per chi volesse saperne di più su questo nuovo progetto, potrà trovare ulteriori informazioni sul sito dell'associazione Zivido all'indirizzo www.aczivido.net. Tra il materiale a disposizione, oltre a una panoramica sulla storia, è già possibile dare un'occhiata al logo, piuttosto che reperire qualche anticipazione.

 

webmaster@aczivido.net