30.08.2007 - di Giulia Cerboni

L’appuntamento si terrà domenica 16 settembre nell’arena, non mancherà la Fanfara dell’esercito svizzero
Una battaglia vera per i giganti di Zivido
Gli artiglieri scendono in campo a cavallo per rievocare la Storia 

La battaglia quest’anno vedrà scendere in campo artiglieri a cavallo, con costumanti che simuleranno uno scontro sulle selle di esemplari che apporteranno uno scenografico elemento di novità allo spettacolo della rievocazione storica della battaglia dei Giganti. Una novità assoluta per il tradizionale evento che si terrà domenica 16 settembre a partire dalle 17 presso l’arena di Zivido quale momento di spicco che concluderà la consueta rassegna. «Tutti gli anni - spiega il presidente dell’Associazione Zivido Pierino Esposti -, cerchiamo di inserire qualche nuovo elemento. In questo caso è prevista una rappresentazione particolarmente suggestiva, unica peraltro nel suo genere, dal forte rilievo storico, suddivisa in 15 scene». Mentre ad arricchire un clima carico di ingredienti di stampo culturale sarà la presenza della Fanfara dell’esercito svizzero, prevista in più momenti della manifestazione. Ma qualche nota di colore in più viene annunciata anche per la data di apertura della rassegna che prenderà il via il 9 settembre con la “Fiera dei Giganti” presso la frazione di Sesto Ulteriano. Occasione in cui verrà riproposto uno scenario cinquecentesco di antichi mestieri, banchetti e giochi, a cui hanno collaborato anche la parrocchia locale e il Centro donna, con alcuni cittadini che vestiranno i panni del popolo del passato. In questa nuova occasione è stata infatti ventilata l’ipotesi di portare al mercato popolare un gregge di pecore, con l’obiettivo di creare un’attrattiva in più che si inserisce pienamente nel quadro di una fiera del tempo. Inoltre alle 16 la strada principale su cui si affacceranno angoli ricchi di curiosità sarà percorsa dagli sbandieratori di Asti, a cui si sommeranno altre iniziative di richiamo rinascimentale che contribuiranno a garantire una giornata di svago ed intrattenimento per tutti. Arte e storia correranno di pari passo per tutta la settimana dall’8 al 15 settembre in cui è prevista una mostra che verrà allestita presso la sala esposizione dello Spazio cultura in cui debutteranno tutte le opere degli artisti in erba del territorio che hanno partecipato al bando “Mettiamo la storia in cornice”. Particolarmente ricca si preannuncia la giornata di domenica 16 settembre, con un programma che si aprirà alle 11 con la celebrazione della Messa nel cortile della chiesa parrocchiale di Zivido al termine della quale verrà deposta una corona in commemorazione ai caduti della battaglia ricordati nella scultura siglata dall’artista svizzero Josef Bisa. La cerimonia si terrà alla presenza del console generale svizzero a Milano David Vogelsander e di altre rappresentanze elvetiche. Alle 15 presso il comune di San Giuliano è in programma un momento ufficiale aperto al pubblico con un incontro tra le autorità locali e gli ospiti stranieri, è attesa una rappresentanza di un’associazione culturale francese. Il corteo per le vie della frazione prenderà il via alle 16.30 con una sfilata in abiti rinascimentali. E alle 17 i sangiulianesi si riuniranno intorno all’arena per assistere alla dimostrazione della battaglia che quest’anno prevede uno scontro tra cavalieri curato dalla regia di Ercolino Massimo. Questi i principali appuntamenti frutto di una collaborazione tra l’amministrazione e l’associazione culturale Zivido, da anni impegnate in un lavoro teso a tenere alta la tradizione locale. In primo piano ancora una volta il cruente combattimento tra svizzeri e francesi che si tenne nel 1515 sulla piana di Zivido.

 

webmaster@aczivido.net