la nostra voce, quella della stampa nazionale
ed internazionale

le nostre origini
le iniziative
il Borgo dei Giganti
forum
sala stampa
scrivici

o

o

 

Rassegna Stampa Nazionale


14.09.2005 - di Domenico Palumbo

Personalità estere, due consoli e autorità civili assisteranno domenica 18 all'evento
La Battaglia dei Giganti entra nell'Arena

Dopo Borgolombardo, domenica 26 giugno, e Sesto Ulteriano, domenica scorsa, 11 settembre, è la volta di Zivido, domenica prossima, 18 settembre. La Battaglia dei Giganti entra nel cuore della sua storia, meglio sarebbe dire che i Giganti francesi e svizzeri quest'anno, per la prima volta, si affronteranno nel luogo giusto, la Piana di Zivido, molto simile a un'arena, di cui verrà effettuata l'inaugurazione, in cui si combatterono tra di loro 490 anni fa, nel 1515, provocando migliaia di morti rimasti nell'ignoto. Per quasi quattro secoli questo epico scontro militare è stato completamente ignorato dagli storici fino a quando, alla fine dell'800, un monaco, scartabellando le scritture d'archivio del suo convento, non s'accorse di questo terribile episodio informando subito le autorità competenti. La Battaglia dei Giganti, combattuta fra i soldati francesi di Francesco I e i mercenari svizzeri assunti dal Duca di Milano, venne alla luce in tutta la sua crudeltà. Lo scontro fu vinto dai francesi ma la Svizzera, da allora, non partecipò più a nessuna guerra dichiarandosi neutrale a qualsiasi conflitto.
Se un monaco ebbe il merito di "scoprire" questo funesto episodio del '500, si deve all'Associazione Culturale Zivido e al dinamismo del suo presidente, Pierino Esposti, se la Battaglia dei Giganti, detta anche la Battaglia di Marignano, non è caduta nuovamente nel dimenticatoio organizzando tutti gli anni a settembre, quest'anno è la 15° edizione, una ricostruzione fedele dello storico avvenimento. Domenica prossima un centinaio di figuranti, soldati armati, cannoni, sbandieratori, popolani ecc., tutti rigorosamente vestiti con costumi dell'epoca, sfileranno nel pomeriggio per le strade antiche di Zivido per poi entrare nell'arena costruita apposta per questa ricorrenza e di cui si spera nel futuro possa diventare, sotto il nome di Parco dei Giganti, un luogo d'attrazione anche per il turismo. Due gruppi teatrali, "Reno Castello d'Argile" e "Compagnia del Lupo passante di Monselice", si affronteranno nell'arena con fucili e colpi di cannone sparati a salve davanti al pubblico e alla presenza delle autorità civili francesi, svizzere e italiane (saranno presenti i Consoli di Francia e Svizzera). Il sindaco di San Giuliano Marco Toni, insieme ai rappresentanti ospiti, fra cui alcuni assessori regionali, inaugurerà la nuova struttura e darà il via alla manifestazione. Per ricordare i 40 anni dell'inaugurazione del monumento ai caduti svizzeri situato nei pressi della chiesetta di Zivido, un'opera di Josef Bisa, il Consolato Generale di Svizzera a Milano, l'Agenzia della Confederazione elvetica "Presenza Svizzera" e l'Associazione Culturale Zivido, hanno realizzato una serie di quattro suggestive cartoline commemorative raccolte in un contenitore. Sabato 17, alle ore 17,00, nella Sala Previato, ci sarà una conferenza internazionale dal titolo "Il Signore di Bayard, l'ultimo Cavaliere" con tre temi diversi illustrati dalla Dott.ssa Giuliana Fantoni, da André Heurtaut e da Marcel Fakhoury. In serata, alle ore 21,00, è previsto un concerto di musiche rinascimentali eseguite dal gruppo internazionale "Le Rosignol" dal titolo "Musiche de diversi autori nella magnifica excellentissima Corte di Massimiliano Sforza"
"Quest'anno abbiamo allestito un programma davvero eccezionale", sorride Pierino Esposti, "patron" della manifestazione, "con molti ospiti e tanto spettacolo che speriamo attiri molta gente a Zivido".

o

webmaster@aczivido.net