la nostra voce, quella della stampa nazionale
ed internazionale

le nostre origini
le iniziative
il Borgo dei Giganti
forum
sala stampa
scrivici

o

o

 

Rassegna Stampa Nazionale


2 giugno 2002 - di Patrizia Tossi

Coi Giganti è ancora medioevo

Una festa medievale capace di unire tutti i sangiulianesi, impegnati a riportare in città un angolo della Zivido che non c'è più. Fervono i preparativi per il consueto appuntamento con la Battaglia dei Giganti, giunta alla dodicesima edizione, quest'anno fissata per domenica 15 settembre.
Ogni anno la rievocazione in costume della cinquecentesca battaglia (nella foto) è l'occasione per scoprire nuovi angoli di territorio, portando dame e cavalieri nei luoghi di sapore medievale. Quest'anno la Battaglia partirà da Sesto Ulteriano, che per un giorno dimenticherà gli annosi problemi di frazione decentrata e sarà il centro di una sfarzosa sfilata. Cittadini e associazioni saranno impegnati a dare vita al corteo storico: cucendo gli abiti in stile, partecipando alla sfilata come figuranti e aiutando l'associazione culturale di Zivido a riportare in vita re, cardinali, nobildonne e dame.
Mesi di preparazione che servono a unire la gente, a dare il senso di identità a una città moderna che vive alle porte della metropoli, ma che non dimentica le proprie origini storiche. Tra le novità, l'appuntamento con «Alla Fiera dei Giganti», iniziativa che vedrà coinvolte le sangiualianesi del Centro donna e i commercianti di Sesto Ulteriano. «La rievocazione storica "Ritornano i Giganti", che avrà il suo culmine a Zivido domenica 15 settembre, con il corteo storico e la battaglia, si apre a Sesto Ulteriano — spiegano dall'Associazione culturale di Zivido — con uno spaccato di vita popolare nel Rinascimento. L'amministrazione cittadina, l'Associazione culturale Zivido, il Centro donna di Sesto Ulteriano e un gruppo di commercianti della frazione, hanno fortemente voluto questa iniziativa che riscuote l'interesse della gente, proprio quella gente un tempo dimenticata, ma che vuole far rivivere gli antichi mestieri e il clima di festa popolare dove fra giochi e canti anche qualche nobile e dama fanno capolino». I preparativi dovranno essere ultimati prima dell'estate; poi, a settembre, le prove generali. «Con "Alla Fiera dei Giganti" — continuano gli organizzatori — si è voluto dare il giusto risalto alla realtà popolare cinquecentesca spesso trascurata nei libri di storia e poco appetibile nelle rievocazioni in costume».

o

webmaster@aczivido.net