la nostra voce, quella della stampa nazionale
ed internazionale

le nostre origini
le iniziative
il Borgo dei Giganti
forum
sala stampa
scrivici

o

o

 

Rassegna Stampa Nazionale


07.09.2005 - di Patrizia Tossi

Rullo di tamburi, cortei di dame. Arrivano i Giganti.

Un rullo di tamburi annuncerà l'arrivo dei Giganti, seguiti da un corteo di dame, cavalieri e menestrelli per riportare in vita una pagina di storia tra le più importanti del Rinascimento.
A San Giuliano c'è grande fermento per la rievocazione della Battaglia dei Giganti, tradizionale appuntamento con la cultura e il divertimento che, per due weck-end consecutivi, porterà in ogni angolo della città fiere medievali, spettacoli, conferenze e mostre sul tema dei Giganti. Quella del 2005 sarà la rievocazione più importante degli ultimi anni, scandita da un triplice taglio del nastro (italiano, francese e svizzero) all'insegna della fratellanza tra i popoli.
"Saranno tre i momenti importanti - spiega l'organizzatore Pierino Esposti, presidente dell'Associazione Culturale Zivido - la celebrazione del 490esimo anniversario della battaglia, il 40esimo anno di fondazione del monumento ai caduti eretto dalla Svizzera e l'inaugurazione dell'arena dei Giganti.
Il sipario si alzerà sabato pomeriggio con l'apertura della mostra di scultura "Conflitti", mentre domenica, a Sesto Ulteriano, si potrano gustare i sapori rinascimentali con la ricostruzione di una vera fiera popolare, dove le volontarie del Centro Donna metteranno in vendita i lavori artigianali. Dietro alle quinte della più grande manifestazione culturale del territorio lavora una squadra operosa di sangiulianesi, rodata nel tempo.
"Il corteo impegna un centinaio di persone - dice Esposti - ma sono almeno una quarantna i cittadini che lavorano nello staff tecnico, necessario per allestire le iniziative culturali e gli spettacoli.". Tra le novità, ci sarà la passeggiata nel "Paese dei Giganti": una ricostruzione in miniatura del borgo di Zivido e della Pieve nel loro aspetto rinascimentale. Non mancheranno conferenze sulla figura del cavaliere Bayard, con momenti di approfondimento sulla situazione internazionale ai tempi dei Giganti, sull'artiglieria francese dispiegata a Marignano e un concero per riportare in città l'atmosfera cortigiana. Ma il vero piatto forte della manifestazione arriverà il 18 settembre, girono nel quale è previsto l'arrivo di migliaia di spettatori, provenienti da mezza Europa. A partire dalle 16,30, verrà simulato lo scontro, avvenuto nel 1515, tra i francesi guidati da Francesco I (il più celebre dei tre grandi cavalieri, ricordati come Giganti) e i mercenari svizzeri al soldo del Ducato di Milano, riportato in scena dal gruppo storico del Reno-Castello D'Argile e dalla Compagnia del Lupo passante di Monselice.

o

webmaster@aczivido.net