la nostra voce, quella della stampa nazionale
ed internazionale

le nostre origini
le iniziative
il Borgo dei Giganti
forum
sala stampa
scrivici

o

o

 

Rassegna Stampa Nazionale


22.04.2006 - di Sabina Dall'Aglio

Pierino Esposti, presidente dell'associazione di Zivido, sprona a incentivare il turismo
Rocca Brivio può diventare una miniera d'oro

C'è modo di valorizzare Rocca Brivio? A chiederselo è Pierino Esposti, presidente dell'Associazione Culturale Zivido, da sempre in prima linea per difendere la cultura e la storia della città. «Piuttosto isolata nella campagna, un tempo come oggi - afferma - Rocca Brivio fatica ad essere percepita come parte di un tessuto vivo e comune». L'acquisizione del complesso monumentale da parte dei tre Comuni San Donato, San Giuliano, Melegnano e l'associazione Roccabrivio, avvenuta nel 1997, non fu adeguatamente motivata ai cittadini. «L'indifferenza regna sovrana -continua Esposti - e non mancano dubbi sui propositi che si presentano. Coloro che si accingono a visitare la Rocca, lo vedono come un luogo "spento", senza vita, quasi abbandonato. Un complesso monumentale di tali dimensioni, com'è Rocca Brivio comporta necessariamente un sensibile impegno economico per la sua manutenzione e gestione». Il dilemma è: uso appropriato o più comodamente un condominio? Come si possono scoprire le differenze significative tra i luoghi, soprattutto in quest'epoca, in cui la globalizzazione appiana le distinzioni geografiche?
Secondo Esposti, «Rocca Brivio, così come possiamo ammirarla oggi, è il risultato di un intervento materiale e culturale del XVII secolo: ha una identità precisa. Proprio su tale specifica, ed unica, identità occorre lavorare individuando il suo più idoneo uso, promozione e ricavo economico. Agendo insieme alle forze economiche di attrazione e repulsione, le selezioni culturali sono sempre all'opera, e si riflettono sui risultati economici. Al giorno d'oggi il turismo, e quello culturale in maggior misura, è la più grande industria del mondo: il turismo condiziona i beni durevoli, e tale condizionamento ovviamente dipende da fattori locali. Rocca Brivio possiede, oltre all'edificio monumentale centrale, anche gli spazi e le costruzioni compresi nelle cosiddette "pertinenze" possono divenire un unicum culturalmente ed economicamente interessanti per le attività future. Ecco che nelle pertinenze avranno collocazione bar, ristorante, punto vendita di oggettistica e pubblicazioni cartacee o informatiche, foresteria, magazzini. L'esperienza consolidata dei più famosi ed illustri musei francesi, che vengono copiati ora anche in Italia, fanno testo. L'ambiente circostante, l'arte e la storia locale, le tradizioni, le progettualità della vita futura, i cittadini di ogni ordine e grado, devono trovare in Rocca Brivio il punto naturale di convergenza e, perché no, anche di svago, il motore propulsore per contribuire a costruire un futuro migliore, valorizzando il passato, dove i cittadini si sentano orgogliosi della propria identità e pronti a divenire consapevoli cittadini del mondo. Ciò è possibile? Ne sono convinto, basta volerlo».

o

webmaster@aczivido.net