historia.jpg (19680 byte)

Lombardia

 

Comunicazioni stradali attraverso i tempi: Milano-Piacenza-Bologna
a cura del Dr. Daniele Sterpos

home page


Le "diete di Roncaglia" e la viabilità lombarda ed emiliana.
Come un avvenimento si è ricordata la dieta, o assemblea generale tenuta da Enrico V a Roncaglia, presso il Po piacentino: occorre aggiungere che non era la prima né sarà l'ultima della serie. Le riunioni dei grandi e dei "milites", a cui si sarebbero più tardi aggiunti i rappresentanti delle città, alla presenza di re e imperatori, costituivano un avvenimento di primissimo piano nella vita medioevale, anzitutto politicamente, ma anche per quanto concerne la viabilità. E' perciò molto importante per la vita delle strade che stiamo considerando che nei secoli XI e XII le grandi diete italiane siano state tenute in una zona raggiunta dall'una e dall'altra di esse.
Di Roncaglia non è nota l'ubicazione con certezza assoluta; è comunque certo che non si tratta di una singola località ma di tutta una zona. Ma che il luogo delle diete fosse in una vasta pianura estesa da Castelnuovo di Roncaglia verso il ramo principale del Po e verso Cotrebbia o sul terrazzo padano presso Somaglia, esso restava sempre facilmente e rapidamente accessibile da Piacenza: anzi secondo uno studio recentissimo proprio la "via romana" lo limitava da oriente. Si può ben credere che le strade conducenti a Piacenza da Bologna e da Milano fossero durante tali riunioni eccezionalmente frequentate e che anche in quelle occasioni si eseguisse qualche lavoro di riadattamento stradale come soleva farsi per i passaggi di re e imperatori. Va però ricordato che a Roncaglia era possibile andare pure servendosi di vie d'acqua.
La prima delle diete storicamente sicure è quella del 1055 convocata da Enrico III, ma nelle cronache si accenna ad altre che sarebbero avvenute assai avanti, cominciando addirittura dal 1002. Nel 1068 o 1075 ne tennero due i rappresentanti di Enrico IV, poi un Enrico V come s'è visto e due Lotario II, suo successore (1132 e 1136).
Un altro imponentissimo convegno (vi parteciparono, sembra, 200 vescovi, 4000 ecclesiastici e 30.000 laici!) si aprì presso Piacenza, a S.Maria di Campagna, il 1° marzo 1095. Lo aveva promosso però un pontefice, Urbano II, per risolvere questioni ecclesiastiche e per "prospettare per la prima volta il problema della crociata". La nuova di una mistica e avventurosa spedizione in Oriente incominciò a propagarsi, in forma chiara, al ritorno degli intervenuti al concilio, e perciò anzitutto lungo le strade che uscivano da Piacenza, comprese, naturalmente, quelle per Milano e per Bologna.
Per riprendere la serie delle diete imperiali giungeva nel 1154 a Roncaglia un giovane imperatore da poco eletto dopo lunghi contrasti: Federico I di Svevia.

o


indice argomento

Soc. Concessioni e Costruzioni Autostrade p.a (Gruppo I.R.I.) - Ed. Istituto Geografico De Agostini, Novara, 1959



sito di propriet� dell'Associazione Culturale Zivido
webmaster@aczivido.net