historia.jpg (19680 byte)

Lombardia

 

Comunicazioni stradali attraverso i tempi: Milano-Piacenza-Bologna
a cura del Dr. Daniele Sterpos

home page


Una nuova signoria tra Milano e Piacenza.
L'indebolimento del ducato dopo la morte di Gian Galeazzo è bene indicato dall'interruzione della sovranità di Milano sul territorio stesso attraversato dalla "via romana": una signoria si forma a Lodi sotto G.Vignati e si estende da Melegnano a Piacenza (1403-1416). Anzi il Vignati tentò perfino un colpo su Milano, d'accordo con il signore spodestato di Como, Rusca. Doveva attaccare la porta Romana, dove naturalmente lo conduceva la strada di Lodi, ma giunse in ritardo, quando le cose per il Rusca andavano male: allora "stimò prudente rivolgere le insegne, e piegando dietro al Redefosso, per lo stradale di Melegnano, si ridusse a Lodi, senza che il duca avesse a inseguirlo e molestarlo".
Prima di cadere il Vignati era destinato "a salire ai fastigi della politica internazionale": fu lui infatti che nel 1413 ospitò a Lodi il "re dei Romani" e il papa: un papa non eletto canonicamente, Giovanni XXIII, e un debole re, Sigismondo, ma un incontro importante perchè vi si procede alla preparazione di quel Concilio di Costanza che dovea avviare alla fine il grande Scisma d'Occidente che allora tanto turbava il mondo cristiano. La bolla di convocazione porta il nome di Lodi: "Datum Laude quinto Idus Decembris".
Il papa a Lodi venne da Bologna; Sigismondo, nel suo itinerario, tagliò semplicemente la Milano-Piacenza; ma questa fu certo molto battuta in quei giorni, perchè a Lodi convennero, oltre ai cardinale che sostenevano Giovanni, "ambasciatori e personalità da tutte le parti d'Italia e anche d'oltre Alpi".

o


indice argomento

Soc. Concessioni e Costruzioni Autostrade p.a (Gruppo I.R.I.) - Ed. Istituto Geografico De Agostini, Novara, 1959



sito di propriet� dell'Associazione Culturale Zivido
webmaster@aczivido.net