sgmcolorlogo1.jpg (14160 byte)

stampa locale

o

Bollettino della pubblicità e degli affari
edizione di Melegnano - S. Giuliano - S. Donato
Periodico quindicinale
Direzione e Redazione: LODI, Via XX Settembre 5

o

Anno II n.1 - S. Giuliano 10 Gennaio 1965

o

Calcio - Pomeriggio di morte sul campo del Melegnano

o

Pomeriggio tragico. Una partita di calcio che si risolve con un morto e con un altro giocatore ricoverato all'ospedale, non può non turbare profondamente e scuotere gli animi. Più che una cronaca sportiva ci si ritrova così a stendere la cronca di un avvenimento luttuoso, che difficilmente potrà essere dimenticato dagli sportivi e dagli atleti.
Vittima il giovane portiere della Castellana, Giuseppe Soressi, di venti anni, colpito da paralisi cardiaca prorio nella partita del suo esordio in campionato.
La morte si era preannunciata agli inizi della ripresa, quando Soressi colpito da malore veniva trasportato negli spogliatoi e Gandini lo sostituiva tra i pali. Poco dopo rientrava e verso la fine dell'incontro, una nuova crisi al cuore lo colpiva. Trasportato immediatamente all'Ospedale Predabissi, il giovane vi giungeva esanime.
La notizia del decesso prendeva immediatamente il posto al rammarico per l'incidente occorso a Dedè, anch'esso ricoverato all'ospedale con il ginocchio contuso, causando scene di indescrivibile dolore tra i giocatori e i dirigenti.
La partita è stata nel suo complesso, a causa anche del dell'atmosfera pesante provocata dagli incidenti, addirittura insignificante. Le due squadre hanno giocato senza forzature, con un senso malcelato di timore.
Di gioco vero e prorpio se n'è visto ben poco. Qualche azione, ma nulla di eccezionale. Scarso anche l'impegno da ambe le parti. La Castellana che è stata così duramente colpita dalle vicende della gara, non poteva di certo rendere di più. Della Melegnanese invece ci si attendeva invece qualche cosa di più, ma evidentemente deve essere incappata in una giornata di scarsa vena. Così sul piano dello spettacolo, la partita è praticamente inesistita, mentre, come abbiamo detto, le emozioni, anche se dolorose, sono stete fin troppo abbondanti.
L'attacco dei locali ha funzionato solo a strappi, e la rete di Bolis è venuta solo al ventesimo della ripresa, quando tra i pali c'era Gandini in sostituzione dello sfortunato Soressi. Segno evidente che ha mancato nella sua impostazione offensiva, palesando anche lacune di fondo che dovranno essere attentamente esaminate.

 

indice del sito


sito di propriet� dell'Associazione Culturale Zivido
pierino.esposti@gmail.com