sgmcolorlogo1.jpg (14160 byte)

la storia

o

Elezioni politiche: partito popolare

In vista delle elezioni politiche che si dovevano tenere verso la fine dell'anno il partito popolare, sorto nel gennaio, per contrastare ed arrestare l'avanzata del comunismo, sin dal luglio aveva provato di stabilire a Melegnano una sezione del partito. Mi aveva inviato delle circolari, colle quali si invitavano ad una conferenza di propaganda che si tenne una domenica a Melegnano.
Quelle persone che per le loro idee potevano entrare a far parte del partiro. Ma la conferenza venne disturbata, troncata dai sovversivi di Melegnano, che nell'acquiescenza della R. Sicurezza poterono abbandonarsi ad atti d'intimidazione e violenza. Se il partito popolare non pot� prendere piede, lo si deve alla mancanza di propaganda nella zona di Melegnano.
A San Giuliano mai si vide un propagandista tenere una conferenza. Solo la sera del 9 novembre, otto giorni prima delle elezioni, si pot� udire un conferenziere, che non vide attorno a se nelle scuole meno di una ventina di uditori! Il campo era nelle mani dei sovversivi e tutto riusciva vano ed inutile. Verso le 9 di sera dello stesso giorno fu da me il deputato uscente on. Valvassori Peroni Angelo, per parlarmi e raccomandarmisi per le elezioni ed io gli dissi chiaro che non sarebbe riuscito eletto, non essendosi iscritto al partito popolare, che io avrei messo nell'urna la scheda dello scudo crociato, perch� la scheda della stella d'Italia portava dai massoni, ad ogni modo l'avrei potuto giovare scrivendone il nome sulla dello scudo con quello di Bellotti. I lavoratori volevano mandare alla camera Bellotti, degli altri compagni non si interessavano. Pensasse per� egli a persuadere il segretario sig. Gala cav. Eugenio, che non voleva saperne della scheda dello scudo, e pretendeva rimandarlo al parlamento colla scheda della stella. Sarebbe stata questa l'unica via da prendere, il deputato stesso ne era persuaso e tanto persuaso che mi diceva d'avere mandato a Melegnano 3.000 schede del partito popolare colle aggiunte di Valvassori e Bellotti. ma tutto riusc� invano. Erano cos� bene istruiti i contadini dagli arruffapopoli che riusc� impossibile fare loro accettare la scheda dello scudo. E cos� nel comune di San Giuliano il partito popolare non riscosse che 84 schede.

(da "Liber Chronicus" 1895-1923, Vol.I, archivio storico Parrocchia di San Giuliano Martire, San Giuliano Milanese)

 

indice del sito


sito di propriet� dell'Associazione Culturale Zivido
pierino.esposti@gmail.com