Cascina della Morte 

  home e-mail portale forum Fiera dei Giganti
 

 

(scomparsa) Cascina antichissima, di proprietà dei canonici di San Nazzaro di Milano, era posta vicino a cascina dei Prati in prossimità dell'Oratorio di San Matroniano. Per raggiungerla c'era una strada apposita che partiva da Viboldone, poco dopo Videserto, sulla destra.
Viene nominata negli atti del censimento eseguito nel 1537 dove si cita un certo "Francesco Grasso, massaro nella cascina della Morte". Nelle mappe antiche, attorno a questa cascina dal nome non troppo allegro, figurano il "prato della morte" e il "Bosco della morte", un fontanile che nasceva vicino alla cascina, chiamato anch'esso "Fontanile della Morte".
Non conosciamo l'origine di questa denominazione, possiamo solo dire che attorno ai prati su cui sorgeva si svolse un'aspra battagli tra milanesi e truppe imperiali di Federico II nel 1239 e che, sempre in quel luogo vi era il borgo di Madregnano, scomparso in quel tempo. Possiamo fare solo congetture e collegare il nome della "Morte" con quei fatti luttuosi.
La cascina venne abbattuta nel secolo scorso ed essa appartenne al Comune di Sesto Ulteriano.

(da "San Giuliano Milanese: una storia da raccontare", Luciano Previato, ed. Coop. Nuova Brianza, luglio 1989

   

o


sito di propriet� dell'Associazione Culturale Zivido
pierino.esposti@gmail.com